Walt Disney e Italia ’61

Walt Disney e Italia ’61

Dal 1 Maggio al 31 ottobre del 1961, sotto l’alto patrocinio della presidenza della Repubblica e con il riconoscimento ufficiale del governo in carica, la città di Torino celebrò con grande sfarzo la ricorrenza del centenario dell’Unità del paese.


Per quell’occasione vennero fatti importanti interventi sul paesaggio e vennero allestite delle attrazioni di vario genere. Tra queste ci fu il Circarama della Disney.

Il Circarama venne concesso straordinariamente al padiglione della FIAT per la produzione di un mediometraggio intitolato “Italia 61”.
Realizzato dallo stesso Walt Disney e da Roberto De Leonardi, il documentario in Technicolor celebra l’Italia di allora con riprese sui meravigliosi paesaggi, sulle città, su i suoi monumenti antichi e sulla tecnologia moderna. Lo stesso Walt Disney venne invitato a Torino per presenziare l’evento.

Ma che cosa è esattamente il Circarama? Da Wikipedia:

La tecnica cinematografica detta circarama è stata progetta e realizzata da Don Iwerks (1929-) nel 1955 su incarico della Walt Disney Corporation presso la quale lavora. Il circarama, detto anche Circle Vision, è un sistema di ripresa e proiezione filmica a 360°, che ha lo scopo di “immergere” completamente lo spettatore nel prodotto filmico. La Walt Disney Corp. lo vuole inserire come elemento di attrazione all’interno di Disneyland.Tra le realizzazioni più importanti realizzate con la tecnica del Circarama troviamo Tour of the West (1955), The American Beautiful (1958), e Italia 61 (1961). 

Di seguito vi postiamo un articolo parso sul Notiziario di Italia 61 n.11, (Maggio-Ottobre 1961):

Walt Disney a Torino per ammirare il Circarama
Walt Disney, il papa’ dei cartoni animati e del “Circarama” e’ stato a Torino, il 7 settembre scorso, per assistere alla proiezione di “Italia 61”, il film in Circarama realizzato dalla Disney per conto della FIAT.
Arrivato in mattinata a Linate provveniente da Parigi – dove una sua “troupe” e’ attualmente impegnata a girare il lungometraggio “Bon Voyage” – il notissimo regista-produttore ha raggiunto in auto Torino.
Nel pomeriggio ha visitato la Fiat-Mirafiori e poi si e’ recato al Comprensorio di Italia 61 dove ha visitato l’impianto del Circarama ed ha assistito ad una proiezione in lingua inglese. Successivamente ha tenuto una conferenza stampa per i giornalisti, la radio e la televisione. Egli ha avuto parole di elogio per lo spettacolo presentato dalla Fiat, mettendo in rilievo i progressi tecnici che il “Circarama” ha conseguito da quando venne presentato in pubblico sette anni or sono a Disneyland. Il successo ottenuto da questa attrazione di Italia 61 e’ superiore a tutte le previsioni: ad ogni proiezione la sala e’ gremita.

Di seguito vi postiamo invece un messaggio che Walt Disney rilasciò a Burbank:

Messaggio di Walt Disney
E’ con piacere che mettiamo a disposizione degli Italiani – con la collaborazione della FIAT – la nostra piu’ recente scoperta in campo cinematografico: il “Circarama”.
Con cio’ noi vogliamo dare il nostro contributo alle manifestazioni in Torino per la celebrazione del centenario dell’Unita’ d’Italia.
Il Circarama ha rappresentato un’attrazione unica a Disneyland fin dal giorno della sua inaugurazione, nel 1955.
Il film Circarama “Italia 61” in splendidi colori della Technicolor, da’ rapide visioni di alcuni aspetti dell’Italia d’oggi: meravigliose bellezze del paesaggio, citta’, monumenti, antiche glorie e moderno lavoro industriale.
Esprimo il mio personale ringraziamento alla Fiat e a tutti coloro che hanno collaborato con noi per la realizzazione di questo spettacolo, che spero interessera’ moltissimi nostri amici italiani.
Desidero inoltre complimentarmi con tutti per le celebrazioni del Centenario, ed esprimere l’augurio che le manifestazioni torinesi siano un grande successo.

Burbank, Aprile 1961

L’immagine di seguito è infine l’invito dato alla stampa per partecipare alla conferenza stampa tenuta a Torino da Walt Disney.

 

Articoli che potrebbero interessarti:

2 commenti

  1. beh se si fosse vissuti in quell epoca  immagino che tu eri gia la 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *