View Conference 2014: Glen Keane, il leggendario animatore Disney ci parla della sua carriera e di “Duet”

View Conference 2014: Glen Keane, il leggendario animatore Disney ci parla della sua carriera e di “Duet”

Glen Keane, il leggendario animatore della Disney dalla cui matita sono nati alcuni dei più importanti personaggi dei cartoni, tra cui Ariel de La Sirenetta, la Bestia de La Bella e La Bestia, Aladdin, Tarzan e Rapunzel, ha presentato al View Conference di Torino il suo ultimo capolavoro Duet.

E’ stato l’ospite più atteso di tutto il festival, tanto da dover mandare fuori chi non ha trovato posto in sala.
La sua conferenza è incominciata davvero con il botto: mentre deliziava il pubblico disegnando live la Bestia, Glen ci ha parlato di come lavora sui personaggi e il rapporto che instaura con loro: “I personaggi che creo esistono nella mia mente ancor prima che li disegno e mi piace animare ciò che è impossibile. Per esempio Ariel è una sirena che dovrebbe vivere in mare ma il suo grande desiderio è quello di poter vivere sulla terraferma. Quando li creo sento le loro emozioni ed è come se fossi nella loro pelle“.

Ci ha raccontato anche che quando disegna una scena particolarmente emotiva ha paura di svelare troppo: “Spesso dico troppo di me attraverso la mia animazione. Credo che alcune volte ho mostrato troppo la mia anima” e per spiegare meglio il concetto ci ha fatto vedere un pencil test della scena in cui Ariel, dentro una grotta sotto il mare, sogna la terra emersa cantando Parte del Tuo Mondo e alla fine tende la mano al di fuori della caverna come se volesse chiedere aiuto agli spettatori per farla uscire dal mare.
“Mentre disegnavo questa scena, pensavo che era troppo sdolcinata ed ero combattuto se farla o meno, ma nel frattempo sapevo dentro di me che dovevo animare quella scena in questa maniera.”
Un giorno una ragazza mi disse che quando vide questa scena al cinema, si alzò in sala e tese la mano verso Ariel per aiutarla a farla uscire dal mare. Quando mi ha detto cosi l’avrei voluta abbracciare!! Da allora ho capito che non bisogna aver timore nel dimostrare la propria anima nel disegno”
.


Pencil test di Glen Keane della scena “Parte del tuo Mondo” de La Sirenetta

Ha poi continuato a parlare di come è nata la sua passione per il disegno e degli inizi della sua carriera alla Disney: “Questa passione mi è stata trasmessa da mio padre Bill che lavorava come fumettista al giornale “Family Circus”. Incominciai a capire il potere della matita e di quante cose belle potevo creare. Da ragazzo avevo il forte desidero di lavorare alla Disney…così mi presentai da Eric Larson e gli mostrai il mio portfolio. Avevo impiegato mesi nel fare quei disegni ed ero sicuro che li avrei impressionati! Ma lui li visionò molto velocemente e si soffermò su un disegno molto semplice e minimale dove delle linee raffiguravano una donna…un disegno che io stesso ritenevo il meno interessante, ma lui stranamente ne rimase colpito! E mi disse che se volevo avere quel posto di lavoro dovevo continuare a disegnare in quella maniera!…E io che non volevo mettere quel disegno nel portfolio!”, scherza Glen.

P1090336
Il disegno minimale che ha aperto le porte a Glen Keane per lavorare alla Disney

Il talk è continuato con la visione di una scena di Pocahontas e di Tarzan e successivamente ci ha raccontato quale è stato il suo approccio con l’arte digitale: “E’ stato con Rapunzel ed è stato così frustante! Ho fatto dei disegni a matita da dare agli animatori del pc come guida, ma il loro risultato era orrendo e gli ho detto <<Tutto qua sapete fare?>>. Così ho incominciato a dare delle direttive per aiutarli e mano a mano che disegnavo questi bozzetti cercavo di fargli capire che bisogna animare le emozioni dei personaggi e no cosa stanno facendo. Ho dato a loro tutti i consigli che io a mia volta avevo imparato dai “Nine Old Men” [i nome dei nove artisti della Disney che hanno creato le opere più famose, da Biancaneve a Robin Hood, ndr]”.

Alla Disney ha lavorato per ben 38 anni e ha creato dei veri e propri capolavori che noi tutti ammiriamo ma come sostiene lui, si arriva a un certo punto in cui senti che qualcosa deve cambiare, cosi decise di lasciare la Disney.
Non sapeva cosa lo aspettasse e un giorno Google lo chiamò per lavorare a un nuovo progetto: “Mi chiesero di creare un cortometraggio interattivo sui cellulari della Motorola. Vogliamo che ci crei qualcosa di emozionante e splendido! Così incominciai a pensare alla storia e mi soffermai sulla crescita dei bambini…sono circondato dai miei nipotini e li vedo ogni giorno crescere. I personaggi di Duet sono Tosh e Mia. Il primo l’ho disegnato avendo come modello il mio nipotino Henry mentre la scena dove Mia saltella l’ho disegnata vedendo un filmato della mia nipotina Matise mentre saltellava gioiosa per strada.
Nonostante ho avuto delle difficoltà perchè mi chiesero di disegnare 60 frame al secondo, finalmente dopo mesi di lavorazione è nato Duet, in cui viene raccontata la storia di questi due bambini che crescono, le loro vite si incrociano diverse volte e alla fine si innamorano. L’interattività sta nel fatto che spostando il cellulare in basso o in alto, o a destra e a sinistra, scegli se seguire la storia di Tosh o quella di Mia, oppure ci si può allontanare dai due protagonisti ed esplorare gli ambienti che li circondano. E’ qualcosa di veramenete fantastico!”.

Noi di Curiosità Disney abbiamo anche avuto l’onore di poter intervistare Glen Keane…perciò stay tuned! A breve la posteremo!

Articoli che potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *