[INTERVISTA ESCLUSIVA]: Curiosità Disney intervista Patrick Osborne, il regista di Feast!

[INTERVISTA ESCLUSIVA]: Curiosità Disney intervista Patrick Osborne, il regista di Feast!

Noi di Curiosità Disney abbiamo avuto l’onore di poter intervistare Patrick Osborne, il regista di Feast, il corto che uscirà il 18 Dicembre insieme al prossimo Classico Disney “Big Hero 6”.

Incontrato al View Conference di Torino, il principale evento italiano sul cinema digitale, animazione e videogiochi, Patrick ci ha parlato di questo bellisimo corto che vede protagonista un simpatico cagnolino di nome Winston…

Ciao Patrick! Ci racconti come è nata l’idea di Feast?

Inizialmente l’idea era quella di evidenziare la vita che si crea attorno ai pasti. Così nel Dicembre 2012 grazie a un app chiamata “One second of your day”, ho registrato un video di 6 minuti in cui ho filmato ogni giorno per 6 mesi, un secondo del cibo che ho mangiato. Mi piaceva l’idea che ciò che mangiamo è strettamente connesso con le nostre emozioni e di come il cibo interagisce con la nostra vita quotidiana e ho pensato che creare un corto del genere era qualcosa di veramente originale!
Infine l’idea del cane è venuta abbastanza spontaneamente. Ho avuto tre bassotti e sono stati molto importanti per me, amo gli animali!

Ci sono stati dei cibi che hai ritenuto necessari mettere nella storia? Se si quali e perché?Ho capito che noi siamo ciò che mangiamo e che il cibo influenza il nostro comportamento e viceversa, come per esempio quando cucini per la prima volta per qualcuno cerchi di dare il meglio di te stesso.

In Feast vediamo che il cibo che mangiamo cambia a seconda della situazione: se guardi una partita di calcio mangi di solito cibo spazzatura, come pizza, patatine ,hot dogs…mentre se hai attorno una famiglia cerchi di mangiare un po’ più salutare come verdure, frutta o ortaggi.

In questo corto vediamo che i sentimenti e gli avvenimenti della vita influiscono sullo stile di vita alimentare. Anche a te è capitato così?Si ogni tanto è capitato. Per esempio prima di sposarmi, ho avuto diversi appuntamenti con altre ragazze perciò la settimana prima di solito mi tenevo in forma mangiando cibi salutari e andando in palestra. Oppure quando ho avuto delle delusioni in amore cercavo conforto del cibo, così mi ingozzavo di nachos e hot dogs.

Winston il protagonista di Feast è un boston terrier. Come mai avete scelto proprio questa razza?
Fin da subito abbiamo deciso che Winston doveva essere un cane di piccola taglia, in modo che con la telecamera si potesse giocare e fare le riprese dal basso verso l’alto e viceversa (a seconda del punto di vista del cane).
Inoltre volevamo una razza che dal punto di vista del color design fosse semplice, di soli 2 colori e Winston lo abbiamo colorato di grigio e bianco.
Inoltre per trovare l’ispirazione mi sono rivisto tutti i Classici Disney in cui comparivano i cani… e fino ad ora non era stato ancora disegnato un boston terrier! Ho voluto creare qualcosa di unico, che non era ancora apparso nel mondo dell’animazione disneyana.

Quale animatore o moviemaker è il tuo idolo e ti ha maggiormente colpito?
Glen Keane! La prima volta che ho lavorato con lui è stato durante la produzione di Rapunzel per circa due anni.
All’età di otto anni ho visto per la prima volta La Sirenetta e sono rimasto completamente affascinato di come Glen ha animato Ariel. Lavorare con lui è fantastico. Non è solo un esempio di bravo animatore ma è anche molto umile e disponibile nell’aiutare gli altri e nel dargli ottimi consigli su come lavorare.

Quale è il tuo Classico Disney preferito?
Assolutamente Peter Pan! Penso che il Disney dell’epoca abbia veramente dato il meglio delle loro abilità.

Facebook Comments
Articoli che potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *