Mostra della Pixar a Roma: date, orari, biglietti e informazioni

Mostra della Pixar a Roma: date, orari, biglietti e informazioni

Un emozionante percorso che presenta al pubblico l’arte e la creatività dei più grandi artisti dell’animazione mondiale

Dal 9 ottobre il Palazzo delle Esposizioni di Roma presenta “Pixar. 30 anni di animazione”, una grande rassegna internazionale promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale, prodotta dall’Azienda Speciale Palaexpo, ideata e organizzata da Pixar Animation Studios e realizzata con la collaborazione di MEET | Fondazione Cariplo.

Da Toy Story al più recente Coco, passando per Monsters & Co., Alla ricerca di Nemo, Cars e Inside Out, solo per citare alcuni titoli, il pubblico è cresciuto con i personaggi di animazione della Pixar, la celebre casa di produzione cinematografica fondata in California nel 1986 che crea storie originali grazie all’impiego dell’animazione computerizzata. In pochi sanno che questi incredibili film sono il frutto del lavoro di una squadra di creativi e registi che utilizza i tradizionali strumenti dell’arte fondendoli con quelli dei digital media più all’avanguardia.

La mostra “Pixar. 30 anni di animazione”, curata da Elyse Klaidman e, per l’edizione italiana, da Maria Grazia Mattei, svela al grande pubblico la fase creativa e nascosta dei maestri dell’animazione mondiale.

In rassegna una raffinata selezione di oltre 400 opere che mostrano lo spettacolare patrimonio artistico creato per ciascun film, fatto di disegni a matita e pennarello, dipinti in acrilico, guazzo e acquerelli, dipinti digitali, calchi, modelli fatti a mano, tutti lavori nei quali l’arte e il design giocano un ruolo essenziale e danno vita, insieme all’animazione digitale, al prodotto finale.

Il percorso espositivo, diviso in tre sezioni – Personaggi, Storie, Mondi – è arricchito da una selezione di video, proiezioni e due installazioni spettacolari, l’Artscape e lo Zoetrope, che, attraverso la tecnologia digitale, permettono di rivivere le opere esposte ricreando l’emozione e il fascino suggestivo dell’animazione.
“Siamo entusiasti di collaborare con il Palazzo delle Esposizioni per portare l’arte di Pixar a Roma, una città che non è solo la patria di un’arte rinomata, ma è di per sé una splendida opera d’arte” dichiara Elyse Klaidman. “Raccontare storie ci consente di condividere la nostra umanità e le nostre reciproche differenze. Impariamo gli uni dagli altri e ci immedesimiamo attraverso temi universali condivisi. Gli artisti danno vita alle storie di Pixar attraverso idee ed emozioni visive. Arte e design hanno un ruolo essenziale nel definire il “tono” dei film Pixar e le reazioni che essi generano in noi. Le istituzioni che espongono il pubblico all’arte sono fondamentali per lo sviluppo del futuro. Molte persone scoprono e sviluppano la loro passione in luoghi come il Palazzo delle Esposizioni. La nostra speranza è che Pixar 30 anni di animazione ispiri tutti coloro che la vedranno e faccia la sua parte nel coltivare la prossima generazione di narratori creativi, artisti e innovatori” conclude la curatrice.

«La mostra ripercorre la storia della Pixar dalla sua fondazione, insieme al lavoro di ricerca e la produzione di immagini digitali» commenta Maria Grazia Mattei, curatrice dell’edizione italiana. «“Pixar. 30 anni di animazione” è concepita per approfondire il lavoro di quella che è una vera e propria bottega rinascimentale digitale che crea capolavori, dove disegno a mano, scultura e informatica coesistono sul grande schermo in una sintesi armonica. Il digitale, per Pixar, è sia strumento che linguaggio. Siamo di fronte a una sorta di nuovo Umanesimo: grazie alla commistione di innovazione e creatività, si guarda alla tecnologia in una dimensione artistica e profondamente umana» conclude Mattei.

Durante il periodo della mostra, la rassegna cinematografica Passione Pixar, in Sala Cinema dal 19 ottobre al 13 gennaio, offrirà l’occasione per vedere o riammirare i capolavori che hanno cambiato il mondo dell’animazione: da Toy Story fino a Gli Incredibili 2, i film Pixar sapranno catturare il pubblico di ogni età in una girandola di adrenalina, allegria, commozione, simpatia e nostalgia – spesso in rapida successione – per lasciarlo, alla fine, con quel sorriso appagato che solo il grande cinema classico sa regalare.

La mostra sarà accompagnata da un ciclo di incontri di approfondimento, dal titolo A regola d’arte: per entrare nell’universo magico dell’animazione Pixar e comprenderlo a fondo, il Palazzo delle Esposizioni ha invitato alcuni esperti a raccontare la loro esperienza di lavoro o di studio. Analizzando i capolavori Pixar dal punto di vista estetico, culturale e scientifico, sveleranno gli elementi e i contributi umani che fanno di ogni film un’opera d’arte unica e indimenticabile.
Il Laboratorio d’arte propone visite in mostra e laboratori per scuole e famiglie. Un percorso guidato per capire cosa c’è dietro la realizzazione dei capolavori d’animazione. Una visita speciale dedicata agli amanti dei cartoni per scoprire i segreti della più interessante industria d’animazione digitale. Dopo la visita animata, in laboratorio, una grande sorpresa. Si aprono le porte del Cubo: il pubblico viene condotto nel mondo della simulazione 3D e della narrazione. Si può entrare in scena, sentirsi piccoli come insetti, venire circondati da fili d’erba alti quanto il soffitto.

La mostra che celebra il trentennale della Pixar, dopo il debutto al MOMA di New York nella sua prima edizione, approda a Roma a seguito di un tour internazionale che, dal Messico all’Estremo Oriente, ha fatto tappa nelle più importanti capitali mondiali riscuotendo un grande successo di pubblico.

Dettagli della mostra

  • Titolo:
    Pixar. 30 anni di animazione
  • Sede:
    Palazzo delle Esposizioni, via Nazionale 194 – 00184 Roma
  • Periodo:
    9 ottobre 2018 – 20 gennaio 2019
  • Orari:
    Domenica, martedì, mercoledì e giovedì: dalle 10.00 alle 20.00; venerdì e sabato: dalle 10.00 alle 22.30; lunedì chiuso
  • Informazioni e prenotazioni:
    Singoli, gruppi e laboratori d’arte tel. 06 39967500 www.palazzoesposizioni.it
  • Biglietti:
    Intero € 12,50; ridotto € 10,00; scuole € 4,00 per studente
    Ragazzi dai 7 ai 18 anni € 6,00; bambini fino a 6 anni gratuito
    Pacchetto famiglia 2 adulti e max 3 bambini under 7 € 20,00
    Pacchetto famiglia 2 adulti e max 2 bambini 7-18 € 25,00

Rassegna cinematografica

Da Toy Story – Il mondo dei giocattoli a Gli Incredibili 2, i film della Pixar hanno conquistato il pubblico mondiale, attraverso emozioni, umorismo e storie nelle quali è facile immedesimarsi. In occasione della mostra PIXAR. 30 ANNI DI ANIMAZIONE, vi offriamo un’opportunità straordinaria di vedere, o rivedere, i film che hanno rivoluzionato il mondo dell’animazione.

venerdì 19 ottobre, ore 21.00 | martedì 6 novembre, ore 17.00 | domenica 2 dicembre, ore 17.00
TOY STORY – IL MONDO DEI GIOCATTOLI
di John Lasseter. USA, 1995, 87 min.

sabato 20 ottobre, ore 17.00 | martedì 13 novembre, ore 17.00 | domenica 30 dicembre, ore 17.00
A BUG’S LIFE – MEGAMINIMONDO
di John Lasseter. USA, 1998, 95 min.

domenica 21 ottobre, ore 17.00 | venerdì 7 dicembre, ore 21.00
TOY STORY 2 – WOODY & BUZZ ALLA RISCOSSA
di John Lasseter. USA, 1999, 92 min.

venerdì 26 ottobre, ore 21.00 | martedì 27 novembre, ore 17.00 | domenica 16 dicembre, ore 17.00
MONSTERS & CO.
di Pete Docter. USA, 2001, 92 min.

sabato 27 ottobre, ore 17.00 | martedì 20 novembre, ore 17.00 | domenica 9 dicembre, ore 17.00
ALLA RICERCA DI NEMO
di Andrew Stanton. USA, 2003, 100 min.

domenica 28 ottobre, ore 17.00 | martedì 4 dicembre, ore 17.00 | sabato 22 dicembre, ore 17.00
GLI INCREDIBILI – UNA “NORMALE FAMIGLIA” DI SUPEREROI
di Brad Bird. USA, 2004, 115 min.

venerdì 2 novembre, ore 21.00 | martedì 11 dicembre, ore 17.00 | domenica 23 dicembre, ore 17.00
CARS – MOTORI RUGGENTI
di John Lasseter. USA, 2006, 116 min.

sabato 3 novembre, ore 17.00 | martedì 18 dicembre, ore 17.00 | venerdì 4 gennaio, ore 21.00
RATATOUILLE
di Brad Bird. USA, 2007, 110 min.

domenica 4 novembre, ore 17.00 | sabato 15 dicembre, ore 17.00 | martedì 1 gennaio, ore 17.00
WALL•E
di Andrew Stanton. USA, 2008, 98 MIN.

venerdì 9 novembre, ore 21.00 | sabato 1 dicembre, ore 17.00 | martedì 8 gennaio, ore 17.00
UP
di Pete Docter. USA, 2009, 96 min.

sabato 10 novembre, ore 17.00 | sabato 8 dicembre, ore 17.00
TOY STORY 3 – LA GRANDE FUGA
di Lee Unkrich. USA, 2010, 102 min.

domenica 11 novembre, ore 17.00 | venerdì 28 dicembre, ore 21.00
CARS 2
di John Lasseter. USA, 2011, 96 min.

venerdì 16 novembre, ore 21.00 | sabato 5 gennaio, ore 17.00
RIBELLE – THE BRAVE
di Mark Andrews e Brenda Chapman. USA, 2012, 93 min.

sabato 17 novembre, ore 17.00 | venerdì 21 dicembre, ore 21.00
MONSTERS UNIVERSITY
di Dan Scanlon. USA, 2013, 103 min.

martedì 23 ottobre, ore 17.00 | domenica 18 novembre, ore 17.00 | venerdì 11 gennaio, ore 21.00
INSIDE OUT
di Pete Docter. USA, 2015, 95 min.

venerdì 23 novembre, ore 21.00 | domenica 6 gennaio, ore 17.00
IL VIAGGIO DI ARLO
di Peter Sohn. USA, 2015, 93 min.

sabato 24 novembre, ore 17.00 | venerdì 14 dicembre, ore 21.00
ALLA RICERCA DI DORY
di Andrew Stanton. USA, 2016, 97 min.

domenica 25 novembre, ore 17.00 | sabato 29 dicembre, ore 17.00
CARS 3
di Brian Fee. USA, 2017, 102 min.

martedì 30 ottobre, ore 17.00 | venerdì 30 novembre, ore 21.00 | sabato 12 gennaio, ore 17.00
COCO
di Lee Unkrich. USA, 2017, 105 min.

domenica 13 gennaio, ore 17.00
GLI INCREDIBILI 2
di Brad Bird. USA, 2018, 118 min.

INFORMAZIONI
Palazzo delle Esposizioni – Sala Cinema.
Accesso tramite la scalinata di via Milano 9A, Roma.
www.palazzodelesposizioni.it
MARTEDÌ: accesso riservato ai soli visitatori della mostra.
VENERDÌ, SABATO E DOMENICA: ingresso libero fino a esaurimento posti.
I posti verranno assegnati a partire da un’ora prima dell’inizio di ogni proiezione. Possibilità di prenotare riservata ai soli possessori della PdE card. L’ingresso non sarà consentito a evento iniziato.

A Regola d’Arte: gli incontri con professionisti della Pixar e dell’animazione

Da Toy Story in poi l’animazione ha scoperto l’accesso a un universo fantastico dalle possibilità creative ed espressive inesauribili e ha raggiunto, con la grafica computerizzata, una stupefacente resa emotiva e percettiva nelle immagini, fugando ogni timore che l’originalità artistica potesse soccombere all’automazione tecnologica. Di pari passo alla ricerca digitale, la costruzione di ogni produzione Pixar porta avanti una sorprendente ricerca “artigianale” ad opera di artisti, creativi, attori, scenografi, sceneggiatori, psicologi… che il computer raccoglie e traduce nell’opera finita. Per entrare in questo universo magico e comprenderlo a fondo, abbiamo chiesto ad alcuni esperti di raccontarci la loro esperienza di lavoro o di studio. Analizzando i capolavori Pixar dal punto di vista estetico, culturale e scientifico, rivelano gli elementi e i contributi umani che fanno di ogni film un’opera d’arte unica e indimenticabile.

giovedì 18 ottobre, ore 18.30
RICCARDO FALCINELLI
Come si guarda un cartone animato. Da Biancaneve a Gli Incredibili
Il titolo appare un paradosso: perché qualcuno dovrebbe insegnarmi a guardare un cartone animato? Tanto più che i cartoni li capisce anche un bambino senza aver studiato. Però, come spesso capita, ciò che sembra facile può rivelare aspetti più avventurosi del previsto. Proviamo allora a ribaltare il punto di vista e a raccontare alcuni classici Disney e Pixar come fossero opere d’arte di epoche lontane, mostrando i meccanismi che fanno funzionare le immagini: la forma, il punto di vista, la tecnologia e il ritmo.

giovedì 25 ottobre, ore 18.30
ROBERTO MORVILLE E MASSIMILIANO MANFREDI
Tutto quello che avreste voluto sapere sul doppiaggio dei capolavori Pixar (ma non avete mai osato chiedere)
Quattro chiacchiere in libertà in compagnia di Roberto Morville (ex Creative Director, The Walt Disney Company Italia) e Massimiliano Manfredi (voce di Flick e Saetta McQueen e attuale direttore di doppiaggio dei film Pixar) sugli ingredienti fondamentali del processo di localizzazione – ivi compresi traduzione/adattamento, casting voci, direzione del doppiaggio e mixage – evitando che, nell’elaborazione della ricetta, il genio Pixar faccia una brutta fine.

giovedì 8 novembre, ore 18.30
ROBERTO SANTILLO
The Art of Pixar: un viaggio prima che l’animazione cominci
Un film è sempre frutto di un intenso lavoro di costumisti, scenografi, truccatori, elettricisti, direttori di macchina e naturalmente, attori. Persone che “entrano” direttamente nei fotogrammi diventando a loro volta parte del film. Ma in un mondo totalmente virtuale come quello Pixar, le cose stanno diversamente. Il computer è il mezzo dentro cui tutto deve trovare espressione. Niente è già a disposizione al suo interno, né attori, né scenari, né comparse, persino le leggi della fisica non sono presenti. “Non troverai nulla gratuitamente nel tuo computer” dicono alla Pixar. Ogni momento dovrà essere immaginato magistralmente ben prima che questo venga acceso. È questa la magia di un film di animazione che scopriremo insieme.

giovedì 15 novembre, ore 18.30
CHRISTIAN UVA
Università degli Studi Roma Tre
Il sistema Pixar
Una serie di riflessioni sulla Pixar in quanto ideale esempio di industria creativa, capace di imporre a livello globale un marchio di qualità fondato su un solido e corposo immaginario insieme infantile e adulto. Facendo riferimento ad alcuni dei principali capolavori dello studio californiano, si mettono in luce i tratti distintivi di un “sistema culturale” che, nel corso degli ultimi decenni, ha offerto un’articolata interpretazione della società contemporanea e dell’“american way of life” tra passato, presente e futuro.

giovedì 22 novembre, ore 18.30
MATTIA DELLA ROCCA
Università di Roma “Tor Vergata”
Inside Out: la scienza delle emozioni dietro all’universo Pixar
Emozioni e sistema limbico, percezione e azione, mente estesa: tra i meriti della creatività degli autori Disney-Pixar vi è senza alcun dubbio quello di aver portato al cinema gli stupefacenti progressi delle scienze delle emozioni e degli affetti (emotion sciences), le quali attraversano trasversalmente le neuroscienze, le scienze cognitive e quelle psicologiche. Questa “traslazione” dai laboratori al grande schermo risulta ancora più affascinante se si considera l’enorme coerenza tra narrazione animata e risultati scientifici consolidati. In un dialogo costante con i personaggi più amati dell’universo Pixar, il relatore racconta la scienza dietro e tutto intorno ad alcune tra le più fortunate intuizioni delle pellicole dello studio d’animazione di Emeryville.

Articoli che potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *