[INTERVISTA ESCLUSIVA] Tom McGrath ci parla dei Pinguini di Madagascar al View Conference 2014

[INTERVISTA ESCLUSIVA] Tom McGrath ci parla dei Pinguini di Madagascar al View Conference 2014

Oltre a Glen Keane (leggendario animatore Disney) e Alvy Ray Smith (co-fondatore della Pixar), tra gli ospiti più attesi del View Conference, il principale evento italiano dedicato alla computer grafica, videogiochi e animazione, è stato anche Tom McGrath, il regista della saga di Madagascar, e Produttore Esecutivo del suo prossimo film I Pinguini di Madagascar, in uscita nelle sale il prossimo 27 Novembre.

All’inizio non esistevano come personaggi, ma io volevo inserirli almeno in una scena: ci ho lavorato moltissimo, e alla fine è piaciuta ma hanno rischiato il taglio perché era un costo aggiungere dei personaggi minori. Allora ho creato un paio di scene in più che fossero funzionali alla storia, così li ho salvati!“, racconta ironicamente Tom.
Inoltre ci ha spiegato come un film live action è differente da un film animato: nel primo caso si lavora sullo script per anni e poi si gira e non c’è la possibilità di poter cambiare qualcosa, mentre nei film d’animazione puoi cambiare, tagliare o sviluppare qualsiasi idea anche quando si è in fase di produzione.

P1090396

Ed è stato così anche per i Pinguini. Da spalle a protagonisti di un film tutto per loro, il destino dei pinguini è un successo costante: oltre allo spazio sempre maggiore avuto nei 3 film, vanno aggiunti 88 puntate tv, 3 corti, 1 videogame e l’apparizione negli Happy meal di McDonald’s.

Racconta poi McGrath che è cresciuto nel periodo peggiore dell’animazione in quanto era da poco morto Walt Disney. Però fu determinato e si iscrisse alla CalArts, dove fu allievo di Glen Keane che gli insegnò il potere della matita.

Noi di Curisoità Disney l’abbiamo intervisto, e tra una domanda e un’altra ci ha dato qualche anticipazione….

Come è nata l’idea di creare un film con protagonisti i pinguini? E quando ti è venuta in mente?

Nonostante nella saga di Magascar i pinguini sono solo dei personaggi secondari, hanno riscosso un successo enorme. La gente li ha trovati divertenti e li ama, perciò ci è venuto spontaneo pernsare di sviluppare un film su di loro.
Durante la produzione della saga abbiamo dovuto tagliare molte scene dei pinguini, così alla fine avevamo così tanto di quel materiale che lo abbiamo utilizzato in questo nuovo film e finalmente dopo 14 anni i pinguini hanno un film tutto loro!
L’idea ci è venuta in mente durante la produzione di Madagascar 3.

P1090398

Originariamente volevi Robert Stack (L ‘aereo più pazzo del mondo) per doppiare Skipper, ma l’attore passò a miglior vita prima che l’animazione prese il via, così tu che hai diretto il film Madagascar hai preso il ruolo. Come ti trovi nel ruolo di doppiatore? E’ stata la tua prima esperienza?

Durante la produzione dei vari Madagascar ero io che ho sempre dato la voce a Skipper nei pencil test. Perciò quando purtroppo Robert è morto, i produttori hanno pensato di farmi continuare a me. Si erano abituati alla mia voce e hanno visto che funzionava, perciò mi hanno assegnato la parte.

Il film doveva uscire inizialmente nei cinema a Marzo 2015, invece ora esce a Novembre 2014. A cosa è dovuto questo anticipo?
Avevamo inizialmente pensato come data di uscita Marzo 2015 ma poi la lavorazione è stata molto veloce, perciò appena finito abbiamo pensato che era inutile aspettare così tanto per farlo uscire. Al suo posto il prossimo Marzo uscirà un film su cui sto lavorando e che si chiama “Home”.

I Pinguini sono dei personaggi secondari che sono diventati ora dei protagonisti. In questi 14 anni c’è stata un’evoluzione della loro personalità?

Già mano a mano che uscivano i vari Madagascar, le loro personalità e caratteristiche si sono sviluppate e ampliate. Adesso con questo film conoscerete bene la loro storia, chi sono e da dove provengono.
Ognuno di loro ha delle caratteristiche specifiche: Skipper è il capo, Kowalsky il genio, Rico i muscoli e Soldato è il più ingenuo e tenerone di tutti. Hanno delle caratteristiche così individuali, ma che insieme in gruppo funzionano alla grande e la parte migliore da sviluppare è stata l’interazione che hanno tra di loro.

P1090400

Cosa ne pensi dell’animazione con tecnica tradizionale?
Amo la tecnica tradizionale! Ho iniziato a lavorare come animatore 2D in Space Jam nel 1996. Sono stato uno studente di Glen Kean, mentre studiavo alla CalArts e lui è il mio idolo! Quando lo sento parlare ritorno studente perchè da lui c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare. Mi piace molto Milt Khal, uno dei nove storici animatori della Disney. Da loro ho appreso molte abilità che oggi trasferisco quando lavoro in un film in CGI.

Pensi che vedremo mai un film della Dreamworks in 2D?
Forse…ma per ora non abbiamo niente in programma. La realtà è che al giorno d’oggi la maggior parte degli studi di animazione non sono più attrezzati per fare film con la tecnica tradizionale…il tutto ora è stato sostituito dal pc. Ma un giorno mi piacerebbe davvero tanto ritornare alle origini.

Stai lavorando su qualche progetto futuro?

Sto lavorando su un fiml che si chiama Baby Boss e che uscirà il 18 Marzo 2016. Ma non posso dirvi più di tanto….

Quale animazione degli anni 40/50 preferisci?

Adoro Tex Avery, i suoi cartoni erano fantastici! Mi piace anche Chuck Jones e quando ho animato Duffy Duck in Space Jam, ho preso molta ispirazione da come lo disegnava lui.

C’è un film che ti sarebbe piaciuto lavorare?

Si, gli Incredibili della Pixar!


Trailer de I Pinguini di Madagascar

Facebook Comments
Articoli che potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *