“The Ballad of Nessie”: Ecco perche’ la Disney ci ha messo cosi’ tanto a produrlo

“The Ballad of Nessie”: Ecco perche’ la Disney ci ha messo cosi’ tanto a produrlo

Avete sentito la notizia di un avvistamento del Mostro di Loch Ness in Francia circa una settimana fa?

Bhe’ si…un avvistamento c’e’ stato… ma sullo schermo! Gia’ perche’ l’ultimo cortometraggio dei Walt Disney Animation Studios intitolato “The Ballad of Nessie,” e’ stato mostrato al 51st Annecy International Animation Festival and Conference.

Dopo la manifestazione Kevin Deters e Stevie Wermers-Skelton, i direttori di “Nessie” e il regista Dorothy McKim hanno tenuto una conferenza al Annecy’s Bonlieu Theatre per discutere la lunga e lunghissima produzione di questo corto.”Ma quanto lunga?” vi chiederete voi. Le radici di “The Ballad of Nessie” risalgono al 1994, ovvero quando uno dei due direttori, Stevie Wermers-Skelton, ne realizzo’ un piccolo short all’epoca in cui era studente al CalArts.

“L’ho creato quando ero al secondo anno”, spiega Wermers-Skelton, “e dal momento che ritenevo che questa idea avesse un potenziale alto, l’ho tenuta sempre da parte, con la speranza che un giorno sarebbe divenuto un vero e proprio film”.

Ora torniamo indietro di qualche anno, precisamente nel 2006, quando la Walt Disney Company acquisto’ i Pixar Animation Studios. Quando John Lasseter e Ed Catmull divennero i nuovi direttori creativi dei Walt Disney Animation Studios, annunciarono di voler riportare la Disney alla gloria con cio’ che gli e’ sempre riuscito meglio, ovvera l’animazione tradizionale disegnata a mano.”Ho incominciato a buttare giu’ qualche bozza di ‘Nessie’ nello stesso giorno in cui ho avuto delle idee per  ‘How to Hook Up Your Home Theater’. A John e Ed piacquero immediatamente entrambe le idee” spiega ancora Stevie. “Percio’ decidemmo di fare prima il nuovo cortometraggio di Pippo e poi quello di Nessie.”

Dunque la stessa troupe che lavoro’ sull’ultimo corto della serie “How to”, ovvero la coppia Deters/Wermers-Skelton, creo’ anche Nessie: “Fu una dura prova”, spiega Stevie, “dal momento che l’ultimo cortometraggio che i WDS produssero fu ‘Mucche alla riscossa’ uscito nel 2004”.

“Avevamo in mente di creare Nessie con uno stile classico” spiega Stevie. “Volevamo che questo short sembrasse eterno, come gli short che furono prodotti negli anni ’40 e ’50, e che tutt’ora hanno un gran successo. Ed e’ per questo che il nostro art director Andy Harkness studio’ attentamente film quali ‘La leggenda della valle incantata’, ‘Johnny Seme di Mela’ e ‘Pigs is Pigs’.

Percio’ tutto lo staff si mise a lavoro su “How to Hook Your Home Theater” e subito dopo inizio’ “The Ballad of Nessie.” Ma prima di iniziare quest’ultimo, era anche ora che i WDS creassero un nuovo lungometraggio con la tecnica tradizionale, ovvero “La Principessa e il Ranocchio”.

the-ballad-of-nessie-disney-la-balada-de-nessie

“Cio’ fu veramente frustante” ammette Wermers-Skelton. “Ma dal momento che aspettavo di creare Nessie dal lontano 1994, speravo di avere uno o due anni in piu’ per realizzarlo nel miglior modo possibile”.

Dunque Nessie fu per il momento accantonato, aspettando che i veterani degli Studios come Ruben Aquino, Dale Baer, Andreas Deja, Randy Haycock e Mark Henn finissero di lavorare “La Principessa”, a Stevie, Kevin e Dorothy fu assegnato il compito di lavorare per un nuovo cartone destinato alla tv in tema natalizio intitolato “Prep e Landing.

“Percio’ non rimanemmo senza fare niente in attesa di lavorare su Nessie…Prep‘ ci tenne molto occupati,” spiega Wermers-Skelton, “Ma guardando l’altro lato della la medaglia, mentre stavamo aspettavo che “La Principessa” fosse finita, ognuno di noi pote’ dare il meglio di se stessi quando incominciammo a lavorare su Nessie: abbiamo avuto tanto tempo a disposizione e per questo il suo risultato e’ stato migliore di quanto ce lo aspettassimo”.

Ma perche’ una volta ultimato nel miglior dei modi, dovette aspettare un anno prima di poter essere proiettato? La risposta e’ semplice: i Walt Disney Studios preferirono farlo uscire insieme ad un lungometraggio e non da solo, proprio come faceva la Disney nel suo periodo d’oro, in cui prima di ogni lungometraggio uscito nelle sale cinematografiche, veniva proiettato un corto mai visto prima.

Detto…fatto! Il prossimo 15 Luglio arrivera’ nelle sale cinematografiche (in quelle italiane gia’ dallo scorso 20 Aprile), il film “Winnie The Phoo – Nuove Avventure nel Bosco dei 100 Acri”, e sara’ preceduto dal cortometraggio “The ballad of Nessie”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *