Arriverà un sequel di “Chi ha incastrato Roger Rabbit?”

Mentre Bob Hoskins parla brevemente del sequel di Chi ha incastrato Roger Rabbit?, si scopre un test del 1998 realizzato agli studi della Disney, con Roger in versione CGI

Come sapete, gli sceneggiatori di Chi Ha Incastrato Roger Rabbit? Peter Seaman e Jeffrey Price sono al lavoro sulla sceneggiatura del sequel, che Robert Zemeckis vorrebbe girare prossimamente.

Mentre Bob Hoskins, intervistato da HeyuGuys, rivela che “Zemeckis intende realizzarlo come Ch
ristmas Carol, ma io ho 67 anni! Sembrerò un cartone animato a quel punto! Ma se lo faranno, io ci sarò!”, il sito
CartoonBrew ha diffuso un interessante filmato datato 1998.
Si tratta di un test realizzato in CGI per un progetto di sequel nel quale Roger Rabbit doveva essere realizzato al computer e muoversi in un ambiente live action. Questo non significa che nel sequel vedremo il simpatico coniglio in CGI (Zemeckis ha già confermato nel 2009 che i personaggi che nel primo film erano in animazione tradizionale, rimarranno tali anche nel sequel, e che saranno 2D – mentre altri elementi saranno in 3D).
Potete vedere il filmato qui sotto:

L’animatore David Nethery ha confermato che si tratta di un test del 1998 da lui animato dopo aver finito Mulan alla Disney Animation Florida. Il filmato completo, che in realtà è decisamente più lungo, è stato diretto da Eric Goldberg, il quale ha anche curato il re-design di Roger. Tra i collaboratori, per il test, c’erano anche gli animatori Tom Bancroft (Roger), Barry Temple (Roger), Trey Finney (weasels); gli assistenti David Nethery, Sherrie Sinclair, James Harris, Teresa Quezada , Jason Peltz, Lon Smart, e gli animatori CG Eric Guaglione e Rob Bekhurs.

In questa sequenza Roger ballava sul tavolo e arrivava sulla scrivania è stata animata in maniera tradizionale da Tom Bancroft, che poi Rob Bekhurs ha utilizzato come base per fare la versione CGI di Roger. (…) Quello che vedete nel filmato è il test in CGI, una fusione tra CGI e animazione tradizionale. Gli oggetti in movimento erano CGI (mentre nel film originale utilizzavamo oggetti di scena mossi come le marionette). Il piano del tavolo dove Roger ballava è animato come elemento CGI, anziché essere un oggetto mosso da operatori posti sotto il set.

Aggiunge Tom Bancroft:

Era stato diretto da Eric Goldberg a Los Angeles, ma animato negli studi in Florida. C’erano due gruppi: uno di animazione tradizionale e uno di CGI. I test erano completamente separati. La versione CGI era un enorme segreto, molti di noi vennero a sapere della cosa solo quando il filmato fu terminato (penso che la Disney non volesse che noi animatori tradizionali pensassimo che i nostri giorni erano contati – chi lo avrebbe mai pensato nel 1998?). […] La versione in CGI fu un progetto enorme e costosissimo. Occupò un team molto numeroso di animatori (guidati da Eric Guaglione, con la maggior parte dell’animazione realizzata da Rob Bekuhrs) per qualcosa come sei mesi. Dovevano praticamente creare un nuovo modello di Roger in ogni posa. Sarebbe stato impossibile fare un film così.

Vi ricordiamo che nel 1998 la Pixar non era ancora di proprietà della Disney, e solo alcuni anni dopo la compagnia di Topolino iniziò a realizzare lungometraggi in CGI.

Per quanto riguarda il sequel cui sta lavorando Zemeckis, sappiamo ancora molto poco. Questi gli elementi che conosciamo per ora:

  1. I personaggi in animazione tradizionale (inclusi Roger e Jessica) rimarranno tali anche nel sequel,
  2. Gli altri personaggi saranno realizzati in Performance Capture, come Christmas Carol,
  3. Si ipotizza che il sequel sia ambientato totalmente o quasi totalmente a Cartoonia,
  4. I personaggi in animazione tradizionale non saranno “dimensionalizzati” in 3D, ma il film avrà elementi realizzati in stereoscopia.

 

Scritto da Peter Seaman e Jeffrey Price, il sequel di Chi Ha Incastrato Roger Rabbit? verrà diretto da Robert Zemeckis. Non è ancora stata annunciata una data di uscita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.