Topolino e la Fiat 850

Topolino e la Fiat 850

Vi ricordate dei miei post riguardo le pubblicità televisive delle macchine che la Disney sponsorizzava negli anni ’50?

Negli anni 60 successe più o meno la stessa cosa anche nel nostro paese: nel 1964 la FIAT lanciò sul mercato la macchina chiamata “850”.
Ovviamente i tipi del markenting l’avevano pensata lunga: vuoi far comprare la macchina al babbo? E allora agisci sul bambino! Fu così che la Fiat, oltre alle normali pubblicità a stampa e radiotelevisive, decise di commissionare alla Disney un’intera storia a fumetti: “Mago Merlino presenta: Paperino e la “850”

Fu pubblicata in ben 10 episodi sul Topolino, dal numero 455 al 464. Siccome il 1964 era anche un anno olimpico, le Olimpiadi di Tokyo furono prese come base. Zio Paperone ordina a Paperino e Qui, Quo e Qua di portare a Tokyo un super-super-gas che dovrà alimentare la fiaccola olimpica; per il lunghissimo e avventuroso viaggio viene consegnata ai paperi una Fiat 850 rossa.

Disegnata da Giovan Battista Carpi (considerato il miglior disegnatore della Disney dopo il grande Carl Barks), la storia si snoda attaverso America, Lapponia, Europa ed Africa, tra le insidie perpetrate dalla perfida Maga Magò e dalla Banda Bassotti; per fortuna ci pensano il Mago Merlino e, soprattutto, la Fiat 850 a trarre d’impaccio Paperino e i nipotini!

Page 1 DOC002

Si tratta della prima storia a fumetti promozionale realizzata in Italia e anche la prima in cui gli standard characters di Paperopoli incontrano i nuovi eroi del film La spada nella roccia, in uscita nelle sale cinematografiche nello stesso anno.

Qui di seguito vi posto la seconda parte della storia, pubblicata sul Topolino n. 456, uscito in edicola il 23 Agosto 1964. Le immagini provengono dal Topolino che mi ha prestato un caro amico proprio per scriverne un articolo. Per vederle ingrandite basta cliccarci sopra

Page 1 DOC001

DOC page 001

DOC000 page 001

Sotto, la famosa utilitaria a due porte, interni con sedili in plastica, cruscotto modellato su quello della Fiat 500, cambio con quattro marce a cloche, accensione dal blocchetto principale con il blocca sterzo, esclusiva alimentazione con benzina super.

Motore posteriore, portabagagli anteriore, cilindrata 843; il numero “850” serviva ad arrontondare.

Articoli che potrebbero interessarti:

1 commento

  1. Aveva il motore della 600 – 750 irrobustito. Meglio la spider .

    Odiavo le sponsorizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *